Museo Civico “Salvo Nibali”

Chiesa Madre
31 maggio 2016

Museo Civico “Salvo Nibali”

Ubicato all’ingresso del paese, nei ristrutturati locali dell’ex macello, il museo espone reperti archeologici del Neolitico, delle varie culture dei metalli e del periodo greco-romano provenienti dagli scavi delle zone circostanti. Attraverso esaustivi percorsi didattici ed espositivi viene mostrato il patrimonio archeologico, culturale e demo-etno-antropologico dell’area. In particolare, nella sezione Archeologica vengono esposti i reperti rinvenuti durante gli scavi effettuati dalla Soprintendenza di Catania e dalle ricognizioni archeologiche della Durham University.
Le più antiche testimonianze della presenza umana nel territorio risalgono alla fine del VI millennio a.C, come testimoniano i ritrovamenti di frammenti di ceramica attribuiti al Neolitico Medio. Con la fine dell’età del Bronzo le evidenze della frequentazione umana nel territorio sembrano scomparire, ricominciando poi in età greca.
L’area museale, ricostituita a cura del Distretto Culturale TAORMINA-ETNA, è dedicata al giornalista malettese Salvo Nibali ed è collegata al circuito dei musei del distretto: l’ “Incorpora” di Linguaglossa, quello dei pupi siciliani di Randazzo e quello della pietra lavica presso il Castello Nelson di Bronte.

Museo civico – sezione archeologica –
con sede in Maletto
Via Umberto n. 405/409
trova su Google Maps
Info e Prenotazioni visite
tel. 095-7720629
e-mail: 
bibliotecacomunale@comune.maletto.ct.it